Loading
/ / / INNOVAZIONE FILIERA ECONOMICA CIRCOLARE

Finalità

Favorire la transizione delle piccole e medie imprese lombarde verso un modello di economia circolare, riqualificazione dei settori e delle filiere lombarde e il riposizionamento competitivo degli interi comparti rispetto ai mercati, attraverso il sostegno a progetti che promuovano il riuso e l’utilizzo di materiali riciclati, di prodotti e sottoprodotti o residui derivanti dai cicli produttivi in alternativa alle materie prime vergini,  attraverso la riduzione della produzione dei rifiuti e attraverso progetti che tengano conto dell’intero ciclo di vita del prodotto secondo la metodologia LCA.

Beneficiari

Micro, piccole e medie imprese con sede operativa in Lombardia al momento dell’erogazione del contributo.

Le imprese possono partecipare in forma singola o in aggregazione formate da almeno 3 imprese rappresentanti la/le filiera/e

Ambito di intervento

Le idee progettuali devono essere attinenti a uno o più dei seguenti ambiti di intervento:

a. innovazione di prodotto e processo in tema di utilizzo efficiente delle risorse, utilizzo di sottoprodotti in cicli produttivi, riduzione produzione di rifiuti e riuso dei materiali;

b. progettazione e sperimentazione di modelli tecnologici integrati finalizzati al rafforzamento della filiera;

c. sperimentazione e applicazione di strumenti per l’incremento della durata di vita dei prodotti ed il miglioramento della loro riciclabilità (Eco-design);

d. implementazione di strumenti e metodologie per l’uso razionale delle risorse naturali.

 

Spese ammissibili

I costi ammissibili sono esclusivamente le seguenti tipologie di spesa:

a. consulenza (collaborazione con enti di Ricerca, servizi specialistici per lo sviluppo di prototipi, check up tecnologici, definizione di strategie commerciali ecc.);

b. investimenti in attrezzature tecnologiche (acquisto e/o leasing) e programmi informatici necessari alla realizzazione del progetto;

c. assistenza e costi di acquisizione delle certificazioni ambientali di processo e di prodotto (es. ISO 14001, EMAS, ECOLABEL, EPD, LCA ecc.);

d. assistenza e costi di acquisizione delle certificazioni tecniche;

e. servizi e tecnologie per l’ingegnerizzazione di software/ hardware e prodotti relativi al progetto;

f. materiali e forniture strumentali alla realizzazione del progetto (inclusi prototipi);

g. spese per la tutela della proprietà industriale;

h. spese per il personale dell’azienda, solo se espressamente dedicato al progetto, fino ad un massimo del 20% della somma delle voci di spesa da (a) a (g). Qualora venga impiegato ulteriore personale di nuova assunzione, esclusivamente dedicato al progetto, potrà essere riconosciuta un’ulteriore quota nel limite del 10% della somma delle voci di spesa da (a) a (g).

Tipologia ed entità delle agevolazioni

L’agevolazione è pari al 40% dei costi ammissibili, con investimento minimo pari a 40.000€ e un importo massimo pari a 80.0000€

 

Tempistiche

Presentazione domande entro il 13 marzo 2020.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

15 + 12 =

Top