Loading
/ / / Al VIA: linea investimenti aziendali FAST

Finalità

Al VIA supporta il rilancio degli investimenti delle PMI lombarde nella fase della ripartenza tramite la concessione di finanziamenti a medio lungo termine, assistiti da una garanzia regionale gratuira e abbinati a un contributo a fondo perduto in conto capitale.

La nuova linea investimenti aziendali FAST finanzia gli investimenti legati all’adeguatamento ai nuovi protocolli sanitari e di sicurezza in seguito all’emergenza Covid-19.

Beneficiari

Possono presentare domanda le PMI operative in Lombardia da almeno 24 mesi, appartenenti ai seguenti settori con codice Ateco primario: 

C – Attività manifatturiere

F – Costruzioni

H – Trasporto e magazzinaggio

J – Servizi di informazione e comunicazione

M – Attività professionali, scientifiche e tecniche

N – Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese

e le PMI che svolgono attività agromeccaniche (a prescindere dal codice Ateco di appartenenza)

Ambito di intervento

I Progetti dovranno essere realizzati in un ambito che risulti in relazione con una delle Aree di specializzazione di seguito indicate:

  1. Aerospaziale;
  2. Agroalimentare;
  3. Eco-industria;
  4. Industrie creative e culturali;
  5. Industria della salute;
  6. Manifatturiero avanzato;
  7. Mobilità sostenibile.

 

Spese ammissibili

Spesa minima di 100.000 euro e massima di 800.000 euro.

Sono ritenute ammissibili le spese, sostenute entro 8 mesi a partire dalla data di approvazione del progetto, relative a:

  1. acquisto di macchinari, impianti specifici e attrezzature, arredi nuovi di fabbrica necessari per il conseguimento delle finalità produttive;
  2. acquisto di sistemi gestionali integrati (software & hardware);
  3. acquisizione di marchi, di brevetti e di licenze di produzione;
  4. opere murarie, opere di bonifica, impiantistica e costi assimilati, anche finalizzati all’introduzione di criteri di ingegneria antisismica (non oltre il 20% del totale delle spese ammissibili);
  5. altre spese per macchinari relativi ai sistemi di misurazione e controllo della temperatura corporea a distanza, anche con sistemi di rilevazione biometrica; sistemi software e sistemi IOT per il distanziamento e la sicurezza dei lavoratori connessi alle esigenze normative in ambito sanitario; interventi strutturali all’impianto di aerazione della struttura finalizzate al miglioramento della sicurezza sanitaria; rimodulazione e ri-progettazione del layout degli spazi di/per lavoro connessi alle esigenze normative in ambito sanitario; spese di consulenza (non oltre il 15% del totale delle spese ammissibili).

È fatta salva la possibilità di proroga fino a 2 mesi aggiuntivi e, comunque, entro il termine massimo del 30 maggio 2023.

Tipologia ed entità delle agevolazioni

L’agevolazione prevede:

  • finanziamenti dell’85% delle spese ammissibili;
  • contributi a fondo perduto in conto capitale pari al 15% delle spese ammissibili (fino alla scadenza del regime di aiuto del Quadro Temporaneo) e assistiti da una garanzia regionale gratuita del 70%.

Tempistiche

La domanda dovrà essere presentata dalle ore 10:00 del 22 settembre 2020, fino ad esaurimento risorse, e comunque non oltre il 30 giugno 2021.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque − tre =

Top